Presto un Robot prenderà il tuo posto di Lavoro, se il tuo settore verrà robotizzato è importante saperlo ora, prima che sia troppo tardi

Mi è capitata per le mani questi giorni di viaggio e di aereo una rivista, una di quelle che trovi nell’aereo dove solitamente i contenuti sono abbastanza standard: ci sono i posti da visitare, i ristoranti consigliati, le offerte dei profumi, il menù di bordo, la flotta della compagnia aerea e qualche articolo di arte e di cultura generale.

La “rivista di bordo” io, ad esempio, uso sfogliarla in quella fase pre decollo in cui l’aereo si avvicina alla pista per partire, in cui non si riesce a dormire, il wi fi a bordo (se c’e’) non è ancora attivo, i film sullo schermo non si possono ancora vedere…. insomma in quel momento, prendere in mano la rivista e sfogliarla è l’unica alternativa possibile ad assistere alla ennesima presentazione di sicurezza.

Ma tornando a noi, ultimo viaggio, direzione Barcellona per fare da relatore ad un meeting per imprenditori (viaggio nel quale ho realizzato questo Video), come consuetudine infilo la mano nel porta riviste ed inizio a sfogliare la rivista di bordo. Appena apro la rivista noto qualcosa di strano ed insolito: il retro della copertina ha un insolita pubblicità in cui una Start Up sta sviluppando un idea di Blockchain da applicare al Calcio con uno slogan molto forte: “the future of football is BlockChain”.

Nota fuori dal contesto ho letto come in tempi recenti la cessione di una società di calcio, il Rimini, è stata pagata in Bitcoin, la notizia la trovi qui, in oltre in questo blog trovi un mio articolo dove parlo dell’argomento in maniera controcorrente cliccando qui.

Ma, non è di Calcio e di Blockchain che ti voglio parlare in questo articolo, quanto più, di quello che, dopo le varie e solite rubriche su Budapest, sul ristorante in cima all’Himalaya e su quanto è buono il menù di bordo…. Ecco che vengo attratto da un articolo con un impaginazione estremamente business dal titolo:

“ARTIFICIAL INTELLIGENCE, A BUSINESS REVOLUTION”

che va a ricordarmi e rimarcare tantissime cose che riverso nel mio blog e nei miei articoli, nonché  va ad appoggiarsi esattamente sui i pilastri di business 4.0, con i quali sto costruendo le mie attività.

In questo articolo trovo degli spunti pazzeschi, interessantissimi, di come effettivamente il mondo digitale (ovvero l’internet delle cose, dei sensori, dei blockchain e della digitalizzazione) saranno in grado nei prossimi anni di raddoppiare il tasso di crescita dei paesi più sviluppati.

Raddoppiare il tasso di crescita di un paese, credo, perché non sono un esperto di macro economia, dovrebbe significare che il mercato potrebbe essere in grado creare un vero salto quantico in termini di business e di ricchezza per chi sarà in grado di plasmare il suo business fruttando queste nuove tecnologie.

Per non parlare dell’efficenza del lavoro laddove, le macchine, non avrebbero bisogno delle pause caffè, le pause pranzo, non ci sarebbero weekend o  ferie per riposare ma lavoro automatico iper efficiente e iper produttivo h24.

Unendo, poi, questo articolo a varie cose che ho letto qua e la sul web, nelle riviste specializzate o in vari blog nei mesi passati ecco che capisco il motivo per cui, in modo sempre più insistente si parla di un cambiamento radicale del mondo lavorativo in cui più del 75% dei lavori che oggi conosciamo entro 20 anni non esisterà più, se vuoi saperne di più puoi leggere questo mio altro articolo sul mondo di lavoro di domani, cliccando qui.

Ne ho già parlato in molti articoli e nel mio blog e mi rendo conto, come conferma l’istituto italiano di Tecnologia di Genova, come tutta una serie di azioni della nostra vita saranno sostituite dai Robot, e che questi ultimi saranno parte integrante della nostra vita.

Alcuni esempi davvero interessanti possiamo trovarli In Giappone, ad esempio, dove esiste un hotel gestito completamente da robot umanoidi (con dei costi bassissimi di gestione) , in Nevada si stanno sperimentando camion auto guidati e su alcune navi della Royal Carribean esistono già i Baristi Robot.

In ogni caso ci sono dei settori che nei prossimi anni subiranno pesantissime ripercussioni a causa della tecnologia, moltissime informazioni a riguardo, le puoi trovare sul report di Casaleggio e Associati.

In tutto questo, lo so già, ci saranno delle ripercussioni tragiche per quegli imprenditori, e sappiamo entrambi che saranno tantissimi, che oggi stanno sottovalutando questo fenomeno e che confermerà una volta per tutte l’incessante legge naturale dell’evoluzione, infatti, in natura o ti evolvi o muori.

Una frase che mi porto sempre in saccoccia in merito a questo tema e che mi piace moltissimo è questa:

“una strana tendenza dei piccoli e medi imprenditori è quella di volersi evolvere quando è troppo tardi per poterlo fare, e nello stesso momento non cambiare le cose quando si avrebbe la possibilità di farlo.”

Frase che trova applicazione, senza andare troppo distante, se ti riporto alla recente crisi post 2011, che ha portato tantissimi imprenditori a voler prendere delle contromisure quando era troppo tardi per fare qualsiasi cosa, sia in termini di tempo sia in termini economici perché i soldi a disposizione per fare investimenti o migliorare aspetti aziendali erano improvvisamente spariti o servivano in azienda per tenere in piedi l’intera baracca e non mandare a casa i dipendenti.

Pensa che il world Economic Forum ha mostrato come più del 40% delle attuali mansioni lavorative entro il 2020 saranno totalmente inutili perché sostituite dall’intelligenza artificiale, e se ti sembra brutta la situazione, sappi che c’e’ di peggio; pensa a chi in questo momento sta studiando, ai manager di domani, che stanno imparando cose vecchie e inutili, di un mondo superato che quando verranno introdotti nel mondo del lavoro saranno già obsoleti ancora prima di iniziare.

Pensa ai lavoratori e agli imprenditori, che rimarranno dove sono, e che verranno sbattuti fuori dal mercato dalla sera alla mattina.

Che ci piaccia o no, il concetto di lavoro, di impresa, di mercato come lo conosciamo ora non esisterà più (o non esiste già più ora, ma non vogliamo rendercene conto). Le dinamiche imprenditoriali dovranno mutare totalmente, per chi è lungimirante e prende ora delle contromisure urgenti potrebbero esserci degli scenari di espansione impensabili; per chi, invece, e saranno molti ahimè, continuerà a ragionare sul “abbiamo sempre fatto così”, oppure “io non credo a queste cose”, beh, arriveranno tempi molto bui.

Nei prossimi anni vedremo alcune dinamiche socio economiche probabilmente a cui non siamo preparati:

  • società enormi fallire (anche se Kodak, Blockbuster, Nokia, Sony Ericcson sono esempi passati simili)
  • società microscopiche diventare veri e propri colossi in pochissimi anni (come è successo con Amazon, Facebook, Spotify, Uber etc etc)
  • interi settori economici imploderanno perché inutili, (pensa al settore meccanico quando tutte le auto saranno elettriche, oppure ai taxi quando il trasporto sarà sui droni)

Tutti gli esperti di finanza sostengono che dobbiamo essere pronti a vedere, nei prossimi anni, dei mutamenti economici come non li abbiamo mai visti nella storia del mondo, vedremo cose inimmaginabili e cose che solo pensarle sarebbe difficile.

L’articolo che stai leggendo è un estratto delle colonne che ho la fortuna di poter scrivere per COIN MAGAZINE di Agevola Imprese, un altro articolo che ho scritto per loro, assolutamente in linea con quanto sto dicendo oggi lo puoi leggere cliccando il link qui sotto:

business 4.0 i tuoi ingressi economici da imprenditore non sono al sicuro scopri perché cliccando qui

Non è difficile, pertanto, ipotizzare che questi mutamenti creeranno un divario tra ricchi e poveri che diventerà enorme, si allargherà sempre di più, e sarà totalmente determinato da chi sarà ancora utile e in grado di fare impresa, o lavorare, nel mondo di domani, e chi, invece, subirà l’estinzione economica perché non più utile.

In ogni caso parlo di evoluzione in tutto il mio blog pertanto se cerchi risposte a riguardo visita la sezione “Evoluzione Economica” cliccando qui , in oltre se vuoi sapere personalmente che tipo di soluzioni ho adottato puoi farlo cliccando qui.

Ps: Questo è un estratto dell’ articolo completo che è uscito nel numero di Aprile 2018 di COIN MAGAZINE di Agevola Imprese sul quale ho la fortuna di scrivere un articolo al mese come vedi qui.

 

Enrico Pisani

Tutti i diritti sono riservati, non è permessa la duplicazione se non citando la fonte.

Commenti

commenti