Perché i “network marketing” che ti propongono un Investimento sono fuori Legge e rischiano di essere dei Ponzi

Mi ritengo un professionista preparato, del settore del network che porta avanti una battaglia durissima da quando ho iniziato la mia attività ovvero:

– portare professionalità
– portare affidabilità
– portare certezza
– portare durabilità nel tempo

Capisco bene che fare tutto questo in un settore dove purtroppo molti sono solo invasati, affamati di soldi, opportunity seeker, altri sono truffatori seriali che si riciclano da un business all’altro, da gente che frega il prossimo senza scrupoli con la tecnica del: “vendi e scappa”, e da aziende veramente poco serie che durano qualche anno e spariscono con il bottino.

Devi sapere che per operare in modo corretto, redditizio, ma sopratutto, che ti salvi da grane legali e fiscali, o che ti eviti di perdere la faccia e la stima sociale con i colleghi imprenditori o con fornitori o consulenti della tua azienda esistono solo 2 semplice regole:

– affidarti a professionisti seri e non salti in banco

– avere una azienda partner affidabile e legale con sede in Italia come richiesto dalla legge 173/2005 che regola l’intero nostro settore.

Pertanto, non basta che i professionisti con cui ti associ siano preparati, seri e capaci; Serve, anche, che l’azienda partner non ti possa mai e poi mai esporre a problemi di qualsiasi tipo.

Ok Enrico, come faccio a capire quali aziende sono serie e quali sono dei ponzi?

Non te lo spiegherò in questo articolo, o meglio, in questo articolo avrai tante nuove nozioni, ma se continuerai a seguirmi avrai modo di capirlo ancora più dettagliatamente con tutta una serie di articoli che pubblicherò nei prossimi mesi.

Semplicemente, ispirato dal “fatto del giorno”: ovvero di una fondatrice di un probabile schema ponzi “One Coin – One Life” che pare sia scappata con il bottino; voglio portare la tua attenzione sul fatto che esistono decine di “aziende” che in modo ciclico si presentano sul mercato operando in una maniera quasi sempre uguale, e ogni volta riescono a fregare tantissime persone.

In questi anni di attività ho assistito alla nascita, alla proliferazione del tipo “qui si fanno i soldi” e alla morte con non poche problematiche, e persone che ci hanno rimesso soldi; di sistemi che chiaramente, sin dall’inizio, un qualsiasi esperto avrebbe potuto individuare come ponzi (ne cito solo alcuni clamorosi):

  • Banners Broker che è riuscita a truffare più di 12.000 persone
  • DexCar con i titolari arrestati e coinvolte 23.000 persone (quasi tutte in Italia)
  • TelexFree ad oggi il più grande schema ponzi della storia con più di 2 milioni di persone truffate
  • Unetnet una delle più grandi truffe di investimenti sul web mai eseguite
  • e molti molti altri…

Ma questa lista potrebbe essere enorme, se inizio a scriverli tutti quelli che ho visto in questi anni (e che puntualmente ho additato come Ponzi) credo che questo articolo dovrebbe diventare di 50 pagine.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELLO SCHEMA PONZI? (fonte MLMZOOM)

Lo schema di Ponzi permette a chi inizia la catena e ai primi coinvolti di ottenere alti ritorni economici a breve termine, ma richiede continuamente nuove vittime disposte a pagare le quote di entrata.

I guadagni derivano infatti esclusivamente dalle quote pagate dai nuovi investitori e non da attività produttive o finanziarie.

Il sistema è naturalmente destinato a terminare con perdite per la maggior parte dei partecipanti, perché i soldi “investiti” non danno alcuna vera rendita né interesse, essendo semplicemente incamerati dai primi coinvolti nello schema che li useranno inizialmente per rispettare le promesse.

La diffusione della truffa spesso diventa di tale portata da renderla palese, portando alla sua interruzione da parte delle autorità competenti.

Le caratteristiche tipiche sono:

– Promessa di alti guadagni a breve termine;

– Ottenimento dei guadagni da escamotage finanziari o da investimenti di “alta finanza” documentati in modo poco chiaro;

– Offerta rivolta, all’epoca in cui fu architettata la truffa, ad un pubblico non competente in materia finanziaria;

– Investimento legato ad un solo promotore o azienda.
Risulta evidente che il rischio di investimento in operazioni che sfruttano questa pratica è molto elevato.

Il rischio è crescente al crescere del numero degli iscritti, essendo sempre più difficile trovare nuovi adepti.

In Italia, Stati Uniti e in molti altri Paesi, questa pratica è un reato, essendo a tutti gli effetti una truffa.

Negli USA ogni 9 secondi viene creato un business online, il 99% sono fallimenti totali, il 98% a scapito di utenti medi del web, ignari delle trappole che li circondano.

C’è però un unico comune denominatore che contraddistingue queste truffe, cioè la durata da 2 mesi a 2 anni o poco più.

ESEMPIO DI SCHEMA PONZI (fonte MLMZOOM)

Un soggetto promette guadagni fuori dagli standard su un investimento a breve termine,

Spesso riferendosi in termini fumosi a meccanismi complessi o inesistenti.

Senza un investimento documentato, solo pochi investitori danno fiducia alla persona, la quale si assicura di rispettare i patti: pagherà quanto pattuito, anche se lo farà andando in perdita o più spesso prelevando fondi versati da nuovi investitori.

In seguito così potrà beneficiare della sua buona fama per far aumentare il capitale investito e il numero degli investitori.

I primi investitori, ripagati, reinvestiranno i fondi e parleranno bene dell’investimento attirando nuove vittime, fino a che la persona, giunta al massimo del guadagno, sparirà nel nulla con i soldi presenti in quel momento.

Presto o tardi, tuttavia, la difficoltà di reperire nuovi adepti porterà lo schema a collassare da solo, non riuscendo a ripagare gli investimenti o venendo scoperto dalle autorità competenti.

SCHEMI PONZI ONLINE SPACCIATI PER NETWORK MARKETING (fonte MLMZOOM)

Negli ultimi anni con il dilagare del web, sono nate vere e proprie organizzazioni criminali che con l’aiuto di ottimi programmatori, sono state in grado di sfruttare la rete a loro vantaggio, attirando moltissime persone in questi programmi fraudolenti, che avevano come unico scopo l’arricchimento di pochi, solitamente dei fondatori della truffa o scam.

La cosa triste è che questi programmi, travestendosi da Network Marketing, hanno indebolito la “nomea” di un settore come il Network Marketing o vendita diretta (quello vero!) e molte persone purtroppo se ne sono allontanate, perdendo il treno di un’opportunità fantastica.

Solo negli ultimi 5 anni, infatti abbiamo assistito ad un festival di schemi ponzi online partendo da ZeekRewards, Just been paid, JSS Triple, OneX, Click Paid, Banners Broker, TelexFree, Wings, OneThor, GetEasy, Eternion, Unetenet solo per ricordarne alcuni.

ZeekReward guidata da Paul Burks fece disastri, ancora molte persone a distanza di 4 anni stanno attendendo i rimborsi, anche se qualche assegno è arrivato. Fortunatemente questa truffa è stata creata negli USA.

Ricordiamo anche Banners Broker, un sistema dopo acquistando dei banner online (traffico di scarsissimo livello) si veniva pagati, finchè lo Schema Ponzi non è affondato ed i due artefici principali vennero arrestati.

Ricordiamo anche Telexfree, ad oggi il più grande Schema Ponzi della storia, che ha coinvolto oltre 2 milioni di persone, a distanza di 2 anni non sono ancora iniziati i rimborsi per le vittime della frode, ecco le varie notizie : TELEXFREE NEWS , qui invece puoi visualizzare la LISTA DEI TRUFFATI, se hai aderito a questo “Scam” e sei presente nell’elenco è già qualcosa di buono, anche se non è detto che avrai diritto al rimborso.

Si ricorda bene anche ONETHOR che ha prima truffato in Europa, quindi facendosi terra bruciata ha deciso di investire in KOREA per poi fallire definitivamente, ora il titolare Misael Martin risulta introvabile.

L’ultima in ordine temporale è Unetenet, anche qui nonostante gli ideatori sono stati arrestati, ancora non si parla di rimborsi, anche qui quasi 2 anni già trascorsi.

Molte persone hanno provato ad avventurarsi in queste situazioni con il miraggio del guadagno facile, dell’indipendenza economica e della libertà finanziaria. Lo 0,2% statisticamente è riuscito a guadagnare qualcosa perché affiliato allo Schema Ponzi nella sua fase iniziale, ma dopo alcuni mesi, massimo un paio d’anni, quando il castello di carta crolla perché non riesce più a pagare provvigioni, avviene il disastro.

Capita spesso di aver trascinato all’interno della truffa, amici, conoscenti, parenti che perdono stima e rispetto nei vostri confronti, magari per tutta la vita. Tutto ciò senza pensare a quanto verrà denigrata la vostra reputazione, che oggi soprattutto online, conta sempre di più.

NB: se vuoi scaricare da MLM ZOOM la guida completa, te la consiglio davvero, sugli Schemi Ponzi e su come evitarli puoi farlo cliccando qui.

Tornando a noi; La tua domanda, a questo punto, potrebbe essere: “che roba è One Coin e One Life” e quali sono queste caratteristiche che in ogni volta in cui c’e’ un potenziale schema ponzi si ripresentano in modo perfetto?”

Qualche anno fa.
Appena ho visto il modello di business One Coin e One Life ho subito detto:

“questo può diventare seriamente il più grande schema ponzi della storia dei finti network marketing”

Perché ho fatto questo ragionamento?

Ho semplicemente unito i puntini confrontando il modello di Business One Life e One Coin le poche cose che si dovrebbero sapere per poter garantire ai clienti un servizio sicuro e duraturo, ovvero:

Sede in Italia con personalità giuridica in Italia, come richiesto dalla legge: NO, sede estera

Fornitura del cartellino come incaricato alla vendita diretta a tutti gli incaricati, come richiesto dalla legge: NO, non essendoci la sede in Italia il cartellino non può essere rilasciato

Sostituto di imposta sulle provvigioni dei propri incaricati come richiesto dalla legge: NO, non essendoci la sede in Italia le provvigioni non possono adempiere a quello che richiede il fisco in Italia.

Violazione all’Art.1 della legge 173/2005 che vieta la vendita di prodotti finanziari tramite il network marketing: SI, in quanto vengono venduti prodotti finanziari anche se è espressamente vietato dalla legge che regola il Network Marketing.

Vendita di prodotti finanziari da parte di persone senza l’abilitazione richiesta dall’art. 2 del DPR 28 luglio 2000 n. 287 senza l’iscrizione all’Albo è dei Consulenti Finanziari, di CONSO: SI, in quanto vengono venduti prodotti finanziari da persone che non hanno alcun titolo per poter operare nel campo della consulenza finanziaria.

Potrei andare avanti ore, ma direi che di elementi su cui fare alcuni ragionamenti c’erano allora e ci sono.

Purtroppo, come questo modello di business, ne trovi a decine, a centinaia che vengono fuori come funghi ogni giorno: dal finto investimento su start up, alle criptovalute finte, alle invenzioni strampalate che richiedono investimenti e che magari danno delle provvigioni a modi interessi che maturano misteriosamente chissà da dove…

La cosa peggiore è che queste cose vengono propagate, nella maggior parte dei casi in buona fede, da persone che non hanno, non solo nessun titolo nel poterlo fare, ma anche si espongono chiaramente contro la legge e quindi loro stessi potrebbero finire nei guai.

Esiste una regola aurea che ti fa capire quando il network non è legale che è semplicemente questa:

“Se ti chiedono investimenti a fronte di nessun servizio o prodotto e coloro che loro fanno e non sono iscritti all’albo dei Mediatori Creditizi, sono fuori legge”.  

(Di questo ne parlerò approfonditamente in un articolo dedicato alle sentenze della Corte di Cassazione e della Corte Superiore Europea in merito ai network marketing)

Giusto per potrai una prova di quanto sopra detto:

Ti allego, l’articolo degli amici di MLMZOOM che raccontano il Triste epilogo di una cosa che ho predetto appena mi è stata presentata, diversi anni fa.

Quale è la morale della storia:

Affidarsi a dei professionisti (non amici di cui ti fidi, ma dei professionisti) che sanno consigliarti le aziende di network affidabili è l’unica, e dico UNICA, possibile base su cui costruire qualcosa di duraturo, serio e che possa garantirti giadagni anche tra 20 anni, senza perdere la faccia o la credibilità costruita in una vita.

Buona lettura, a te l’articolo di MLM Zoom:

Ruja Ignatova introvabile dal 9 Ottobre 2017 – OneCoin/Onelife


Se vuoi altre informazioni sul tema puoi trovare questi articoli:

Se vuoi approfondire il mio particolare punto di vista, sull’interpretazione del network marketing clicca qui: https://pisanienrico.it/networker-a-misura-di-imprenditore/
Enrico Pisani
Tutti i diritti sono riservati, non è permessa la duplicazione se non citando la fonte.

Commenti

commenti